Come raggiungerci

A piedi
Il rifugio Giacoletti è raggiungibile solo a piedi, da 4 valli:

  • Valle Po partendo da Pian del Re (2020 m), ampio pianoro dove nasce il fiume Po all’interno dell’area protetta del Parco del Po, in due ore e trenta minuti seguendo il sentiero che costeggia il Lago Superiore o in meno di due ore passando dal ripido Colour del Porco (720 m di dislivello in salita). Oppure da Meire Dacant (1640 m), a 6 Km da Oncino, in 6 ore passando dal rifugio Alpetto, Sella e Colle di Viso (1490 m di dislivello in salita e 390 m di dislivello in discesa). 
  • Val Varaita, da Castello (1603 m), frazione di Pontechianale raggiungibile anche con mezzi pubblici, in 7-8 ore di marcia passando dal Passo di S. Chiaffredo, Gallarino e Colle di Viso (1720 m di dislivello in salita e 590 m di dislivello in discesa);
  • Val Pellice, dalle Grange del Pis (1753 m), pianoro erboso cosparso di antiche baite adibite ad alpeggio nelle vicinanze del rifugio Barbara, in 5-6 ore passando dal Colle dell’Armoine e dal Sentiero del Postino (1230 m di dislivello in salita e 240 m di dislivello in discesa);
  • Valle del Guil, dalla Roche ecroulè (1787 m), punto d’informazioni allestito dal Parco del Queyras vicino ad Abris, in 6-7 ore passando dal Colle delle Traversette e dal Sentiero del Postino (1400 m dislivello in salita e 450 m di dislivello in discesa) e in 5 ore passando dal rifugio Viso e dal Colle del Colour del Porco (1130 m di dislivello in salita e 180 m di dislivello in discesa).


Avvicinamento in auto
Le valli che nascono dal MonViso – Po, Varaita, Guil e Pellice – garantiscono il collegamento diretto con la montagna. Dalle città di pianura veloci strade permettono di salire alla testata delle valli, dove sovente semplici alpeggi e ruderi delle vecchie caserme di confine difendono la regione MonViso, una Wilderness protetta da due parchi naturali, dove inizia il viaggio a piedi.
Saluzzo, punto di accesso alle valli Po e Varaita, si raggiunge da Torino e dalla tangenziale sud, al termine della circonvallazione di Carignano si svolta in direzione di Moretta e Saluzzo. La cittadina si raggiunge anche dall’uscita di Marene della A6, oppure da Cuneo percorrendo la statale 589.
Da Saluzzo si risale la Valle Po, toccando Paesana, località che da Torino si raggiunge anche con l’autostrada per Pinerolo, proseguendo per Bricherasio, Bibiana, Bagnolo, Barge, e scavalcando la Colletta. Da Paesana si raggiunge presto il bivio per Oncino e poi quello per Ostana e quindi Crissolo.
D’inverno la strada aperta fino a Pian Melzè (o Pian della Regina, 1714 m), mentre d’estate raggiunge il Pian del Re (2020 m): nei giorni festivi, data la ridotta larghezza della strada, il transito dei camper regolamentato.
Per raggiungere la Val Varaita, da Saluzzo si prosegue sulla ss 589 fin poco oltre Verzuolo, dove si svolta a destra (chi proviene da Cuneo invece svolta a sinistra a Costigliole): la strada provinciale risale la valle, toccando Venasca, Brossasco, Melle, Frassino, Sampeyre e Casteldelfino: qui si biforca nei due rami della valle: a sinistra nel Vallone di Bellino, diritto verso Pontechianale, dove tocca Castello, il vasto lago artificiale, il capoluogo e quindi Chianale (1797 m).
D’estate la strada prosegue per il Colle dell’Agnello (2748 m), che da accesso al Queyras: si può così scendere a Fontgillarde, Molines en Queyras e Ville-Vieille, da cui si risale lungo il Guil, toccando Aiguilles, Abris, Ristolas, La Monta, oltre il quale la strada termina al parcheggio de La Roche Ecroulè (1787 m). Nelle altre stagioni per raggiungere il Queyras bisogna percorrere la Valle di Susa, scavalcare il Colle del Monginevro e seguire la valle della Durance fino a Mont Dauphin, da cui si risale verso il Queyras.
Da Cuneo invece si segue la Valle Stura di Demonte, si superano i colli della Maddalena e di Vars, si scende a Guillestre e si risale in Queyras.
Per arrivare in Val Pellice, da Torino seguire le indicazioni per Pinerolo quindi per la Val Pellice. Raggiunto l’abitato di Torre Pellice seguire le indicazioni per Villar e Bobbio Pellice (80 km da Torino). Per raggiungere le Grange del Pis svoltare a sinistra due km dopo Villar Pellice e seguire le indicazioni per la Comba dei Carbonieri e il Rifugio Barbara. Nove km di salita portano ad un comodo parcheggio nelle vicinanze del rifugio.