Cresta Est di P. Udine

La Cresta Est è una grande classica stile “Montagna”.

12 lunghezze di corda aeree, omogenee e logiche su difficoltà moderate.

Vista formidabile sulla parete Nord del MonViso e sull’immensa pianura del Po con il Cervino e il Monte Rosa all’orizzonte.

Adatta a tutti, alpinisti navigati ed arrampicatori che si cimentano con le loro prime vie in montagna, assolutamente da non perdere !

Autori: Felice Burdino, Dino Genero, Ettore Serafino il 21 settembre 1952

Difficoltà: AD+ 4c max, 4b obbl.

Sviluppo: 400 m.

Tempo di salita: 3-4 ore

Attrezzatura: Fix 10 mm, piastrine e soste omologate (estate 2009).

Discesa: Dalla vetta seguire gli ometti fino al Colle del Coulour del Porco e il percorso della Ferrata fino al rifugio, fino alla sosta 5 è possibile scendere in doppia.

Descrizione: dal Giacoletti salire il sentiero che porta alla base del canale–camino a sinistra dello sperone, 10 minuti.

Nome scritto alla base della via.

L1 30m. Superare il canale-camino e raggiungere la comoda sosta sotto ad un tetto fessurato. 3b, 4b

L2 20m. Pochi metri a destra e poi verticalmente fino alla base di una placca fessurata. 3c, 3a

L3 40m. Salire la placca fessurata e poi traversare fino a raggiungere un intaglio esattamente sul filo di cresta. 4c, 4b

L4 25m. Superare l’ostico e stretto camino, attenzione allo zaino. 4c, 4b

L5 30m. Seguendo placche poco inclinate e facili gradoni, raggiungere il terrazzino erboso sulla cresta. 3b

L6 30m. Seguire il filo di cresta caratterizzato da gendarmi affilati. 3a

L7 30m. Continuare sulla cresta superando a sinistra un breve risalto fino alla base di uno sperone verticale. 3a

L8 50m. Percorrere il canalino erboso fino al suo termine e raggiungere la Traversata degli Angeli, aerea cengia erbosa che taglia orizzontalmente tutta la parete est della Udine, utilizzata anche come via di fuga dalla cresta.

L9 35m. Lasciare a sinistra la Traversata degli Angeli e continuare a destra sul pilastrino fratturato e la compatta placconata per ritornare nuovamente sul filo di cresta. 3b, 4a

L10 40m. Seguire l’elegante e panoramica cresta e raggiungere un comodo punto di sosta, bellissima lunghezza. 4b, 4c

L11 40m. Continuare sulla cresta fino alla base di un modesto torrione. 2b, 3b

L12 30m. Superare il torrione e raggiungere la cresta sommitale a pochi metri dalla croce. 3c, 4a

Traversata degli Angeli

Il giardino pensile che taglia orizzontalmente tutta la parete Est della Udine è il pascolo prediletto di stambecchi e marmotte.

Dalla Cresta Est è possibile percorrere tutta l’aerea cengia e raggiungere la Breccia degli Angeli, marcato intaglio sulla cresta spartiacque alla base del bel muro rosso della Udine. Dalla breccia, seguendo l’itinerario della “Cresta Berhault”, si può raggiungere Punta Roma (3 ore, 4a max) e la Punta Udine (40’, 4a max), oppure, in caso di maltempo, si può scendere il canale detritico verso il Lago Porcieroles e risalire al Colle del Coulour del Porco e rientrare in rifugio (1 ora).

Un pensiero su “Cresta Est di P. Udine

  1. Pingback: ABBASSA LA CRESTA! [il C.A.Z. sulla cresta est di Punta Udine] | antisocial.pro

Lascia un commento